L’uovo è uno degli ingredienti più comuni nelle nostre cucine, ma nello stesso tempo rappresenta un banco di prova per ogni chef. Una ricetta a base di uova che sia nello stesso tempo creativa e originale spesso è una vera sfida. Questa preparazione è un “cavallo di battaglia” dello chef Bruno Barbieri, il segreto sta nello sbattere prima gli albumi e poi i rossi, per ottenere un uovo strapazzato morbido e cremoso. La presentazione nello stesso guscio delle uova garantisce un effetto scenografico, ma mi raccomando è importantissimo sterilizzare i gusci prima di portarli in tavola!

Procedimento
Tagliare con un coltellino la parte a punta dell’uovo, separare poi il rosso dall’albume, sbattere poi l’albume con una frusta e cuocerlo in una piccola padella con un pizzico di burro. Appena l’albume incomincerà a coagulare, aggiungervi la panna, salare e pepare, aggiungervi poi i rossi e farli andare per un minuto, dovranno risultare strapazzati ma molto morbidi. A parte fare una piccola fonduta di taleggiounendo la panna al taleggio e la paprika, cuocerla a bagnomaria: dovrà risultare leggermente ristretta
Preparazione delle uova
Dopo avere sterilizzato i gusci, riempirli a strati con la strapazzata, poi con la fonduta poi, con la frutta secca. Aggiungervi una noce di burro e passare l’uovo nel fornoper qualche minuto.
Presentazione
In piccole ciotole riempirle di sale grosso, sovrapporvi le uova e servirle ben calde.

, , , ,